Category Archives: collaboration

spotlight: S+arck with Ballantyne

E’ un’unione assai speciale quella tra Starck re del design internazionale e Ballantyne top brand del cashmere, perchè per la prima volta nella storia della sua carriera Mr Starck dedica il suo talento al mondo della moda.starck_big

“Una combinazione di capi multifunzionali con  ergonomie innovative e una vestibilità contemporanea: il cashmere giusto, al momento giusto, per l’occasione giusta.” 30 capi maschili e 30 capi femminili compongono la collezione pensata principalmente per chi viaggia e chi lavora, ma adatti anche al tempo libero. Prevale l’utilizzo del cashmere “wet-out”, abbinato ad altri tessuti tecnici. I cappucci, così come le forme e la trama delle maglie e come i colori fluò di certe fodere in abbinamento con i colori più classici, richiamano il doppio linguaggio di questa collezione ricca di humour. Piccoli accorgimenti come il colletto ripiegabile aumentano la versatilità dei capispalla.01_b_ballantynestarck-ballantyne-3starck_with_ballantyne3656510909_7b14604a94starck-ballantyne-0

photos via atcasa.corriere.it
Advertisements

“Where the Wild Things Are” obsession

urban_pillow

urban_leggings

urban_tee

View all the Where the wild things are inspired products by Urban Outfitters here (in collaboration with Mary Meyer)

8-WTWTA7-WTWTA

Opening Ceremony

img2a

img3img4img5a

Christian Joy’s monster costumes at Space 15 Twenty

Pristinesmut

Liria Pristine e’ una knitwear designer. Non riesco a trovare un termine non anglofono che traduca al meglio il suo lavoro. Ma lana e maglia si piegano alle sue sperimentazioni sempre con grazia e arguzia. Pristinesmut e’ una vetrina sulla collezione gioiello 2008 creata in collaborazione con Rosie Kent (che opera sotto il nome di Smutlane), di un’eleganza decadente e dal sapore vagamente mitteleuropeo, che riporta alla mente immagini vaporose di jazzclub, specchiere ricoperte di cipria e salotti bene frequentati da figure femminili di indiscutibile fascino.

pristinesmut08

Wondervision

KATTACA: THE ART OF CAROL GAMARRA AND MARIO VILLE, STYLISTS

mod77-5

mod77-3

mod75-10

mod75-1

mod70-3

mod48-5

mod4-6

Althea Crome for Coraline

Mamma Africa

Iconografia, colori, miti e leggende africane sono una continua fonte di ispirazione, di eterna ed atavica magia. L’etno-chic quest’anno sembra essere piu’ vivo che mai, nelle sue mille declinazioni del pret-a-porter e delle passerelle piu’ coraggiose, sottoforma di collane multicolor e per lo piu’ oversize, gonne variopinte e leggere, turbanti, make up dalle tinte accese. Riportiamo qui due esempi di applicazione di pattern di ispirazione afro a dimostrazione di come non si tratti solo e soltanto di un trend, ma piuttosto di una vera e propria riscoperta.

moroso_africa

Binta, poltrona patchwork in gomma poliuretanica di Philippe Bestenheider. Una produzione Moroso, presentata all’ultimo Salone del Mobile di Milano, parte dell’installazione M’Afrique, dedicata all’Africa e alle sue forme.

il_430xN.61090162

L’Afrique de l’Ouest flat card pack: 8 card con busta autoprodotte e proposte in 4 design diversi. Ispirate da un viaggio nell’Africa Occidentale, sono vendute per 15 dollari su Etsy da Enormouschampion. Il 5% della vendita viene devoluto a Fabric of Life, organizzazione non-profit a sostegno dell’educazione delle donne africane.

Spotlight: Hayon Studio+Camper

6

Hayon Studio e’ la creatura nata dalla mente dello spagnolo Jaime Hayon (Madrid, classe ’74). Ex studente presso il departimento di disegno industriale di Fabrica, Jaime, mettendosi in proprio, ha testato il proprio talento in diversi campi comunicanti, mobili, designer toys, ceramica, interni ed installazioni, annoverando un corpus di personali e collettive di tutto rispetto in tutta Europa. Le sue collezioni sono state esposte alla London’s Aram Gallery, al Salone del Mobile di Milano, il Vitra, il London’s Design Museum, l’olandese Gronginger, e pubblicate su alcune delle testate piu’ importanti del settore come Icon, Wallpaper, Elle Deco. Nel 2008 e’ stato l’ospite d’onore piu’ giovane che sia mai stato invitato a partecipare alla Biennale Belga di Interni. La produzione di Hayon e’ cosi’ vasta e diversificata che la casa editrice berlinese Die Gestalten Verlag, nonostante la sua giovane eta’, ha voluto dedicargli una voluminosa monografia che raccoglie, oltre ai lavori commerciali, disegni, illustrazioni e schizzi.

hayon_book

L’estetica di cui si fa portavoce Hayon sembra fagocitare cultura pop e sapere tecnico, le forme sono per lo piu’ organiche, soffici, voluttuose e strvaganti, di un’eleganza modernamente barocca e lontana da un certo minimalismo chic anni’90 ma dal forte sapore ludico e gioiosamente mediterraneo che crea un filo conduttore con il lavoro di designer piu’ navigati come l’egiziano Karim Rashid ei brasiliani fratelli Campana. Vi rimandiamo al suo sito per i vari progetti e riportiamo qui alcune immagini della partnership instauratasi tra Jaime e il brand ispanico (e storico calzaturificio) Camper.

CAMPER TOGETHER

Rielaborazione casual delle immortali stringate da tip tap, le scarpe progettate da Hayon per la serie Camper Together trovano forza nella loro essenzialita’ e sono disponibili in tonalita’ estive accese e palette cromatiche tenui e pastello per l’autunno-inverno. In una fusione di stili e materiali, e piccoli dettagli come il contrasto tra le tinte unite e il rivestimento interno a strisce. | E-Store |

487558

CAMPER SHOP

Dalla collaborazione tra Camper e Hayon, i punti vendita sono usciti rigenerati e con un allure tutto nuovo, arricchendosi di pezzi disegnati per l’occasione, tavoli di legno dai dettagli extralarge realizzati a mano, lampade di terracotta frutto di una nuova tecnologia che gli conferisce una superfice sofisticata e dall’effetto naturale. Superfici candide in resina entrano in contrasto con aree glossy e setose, nere o rosso ciliegia. Le vetrine diventano spazi tela popolati di ombre di piccole creature di un mondo fantastico dal gusto bubblegum. Fantasia e lusso non sembrano essere mai stati cosi’ vicini. Gli scatti ritraggono dettagli dei punti vendita Camper di, nell’ordine, Barcellona, Parigi, Milano e Londra.

19398

397103